Lo Psicologo ai fornelli

Musica

Musica

Cookin’Therapy

Una recente ricerca ha svelato che per 7 italiani su 10 la cucina è il luogo ideale in cui staccare la spina e ritrovare serenità e armonia. Cucinare è risultata quindi essere un’esperienza multisensoriale capace di trasmettere relax e benessere psicofisico in quanto è un’attività capace di allontanare lo stress della vita quotidiana.
Se il cibo può essere altamente consolatorio, cucinare può rivelarsi un’esperienza terapeutica.
Trascorrere un po’ di tempo ai fornelli può essere la giusta occasione per dare attenzione a se stessi e a chi ci sta intorno. La cucina può quindi essere inserita in quelle attività conosciute e riconosciute per le particolari doti terapeutiche come la musica, la fotografia, la pittura e il disegno e tutte quelle attività che hanno in comune il piacere, la passione e soprattutto un nutrimento emotivo.

Cucinare coinvolge più sensi e uno dei più efficaci e potenti è certamente l'olfatto oltre al gusto, per questo è possibile affermare che anche la Cucina entra a far parte delle terapie suggerite a chi soffre di un disturbo d'ansia o di un disturbo dell'umore.

I benefici della Cookin’Therapy sono numerosi: aumenta l’autostima, ci consente di tirar fuori la nostra personalità, il nostro carattere e ci aiuta a credere in noi stessi; aiuta a rilassarsi, cucinare può rappresentare la giusta occasione per staccare con i ritmi frenetici quotidiani e ritrovare un po’ di serenità e relax; migliora la vita di coppia e fa ritrovare l’armonia in famiglia, cucinare insieme o semplicemente farlo per gli altri fa nascere e aumentare l’intesa all’interno della famiglia.

Cosa aspettate allora? Correte ai fornelli!