Alimentazione

Alimentazione

Alimentazione

Per i francesi che invece prediligono la carne, c'è l'imbarazzo della scelta, fra il fois gras, il pollo arrosto (farcito), l’oca o il tacchino servito con le castagne; senza dimenticare le famose escargot.
Il dolce tipico è la Buche de Noel, quello che da noi è il tronchetto di Natale.

Come da noi, ogni regione ha i suoi piatti tipici, ve ne indichiamo alcuni:
Nella regione di Bordeaux era tradizione degustare ostriche, ma anche delle salsicce alla griglia, nella Drôme un gratin di cardi con il midollo. In Alsazia oca arrosto accompagnata da cavoli, oppure carpa arrosto; per dessert si preparavano dei “bredele”, dei piccoli biscotti a forma di alberello di Natale, di cuore o di stellina; ma anche del pain d'épice. In Provenza la tradizione voleva che si presentassero a tavola 13 dessert a base di frutta, fra cui frutta secca (nocciole, noci, fichi secchi, mandorle, uva sultanina) a cui poteva aggiungersi il torrone, il melone, datteri, la fougasse (un dolce cotto al forno o sotto la cenere), uva bianca, mandarini e i famosi calisson (un pasticcino di pasta di mandorle con glassa). Tutti i dessert si mangiavano dopo la Messa di mezzanotte, prima si degustavano tutte le portate salate!

Nel Nord, si preparava un pan brioche farcito con uva sultanina, chiamato "conchiglia", che veniva degustato accompagnato da burro salato e pucciato nella cioccolata calda.

Durante tutta la cena si beve Champagne!