Slide background

CONSULTA

Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Non è Natale
senza il panettone
della Factory
Cosa aspetti a prenotarlo?
VAI ALLO STORE
Slide background
Alla ricerca di un catering
per il tuo matrimonio?
LE NOSTRE PROPOSTE
Slide background
Voglia di nuovi sapori
in cucina?
CLICCA QUI
Slide background
Sono tornate le
Cookin’ Experience
SCOPRI IL CALENDARIO
Slide background
Vuoi festeggiare
l’addio al nubilato
in cucina?
CLICCA QUI
Slide background
Cerchi un’idea per un
team building esclusivo?
CLICCA QUI
Slide background
Sei alla ricerca di
un VERO Brunch
in stile newyorkese?
CLICCA QUI
Slide background
Voglia di nuovi colori
in cucina?
CLICCA QUI

Il calendario del pescato in inverno

LA STAGIONALITA’ DEL PESCATO
Così come la frutta e la verdura, anche il pescato segue una stagionalità; in particolare ogni specie segue i propri cicli riproduttivi che avvengono in stagioni diverse.
Scegliere pesce di stagione serve sia a conoscere varietà ittiche nuove che ad impattare di meno sull’ambiente, permettendo così all’ecosistema marino di mantenere il suo equilibrio. Quindi quando scegliete quale pesce acquistare preoccupatevi sì della freschezza e della provenienza, ma anche della stagionalità.

I PESCI INVERNALI
Con l’arrivo di dicembre finisce la stagione dei cosiddetti “pesci costieri” ossia pesci che vivono tutti a ridosso delle coste del nostro Mar Mediterraneo il cui fondale è costituito principalmente da sabbia, habitat che loro prediligono. L’avanzare dell’inverno vede le acque raffreddarsi e molti di questi pesci sono costretti a rallentare i loro cicli vitali, lasciando quindi spazio a specie che si trovano più al largo dalle coste.

Ecco una lista dei pesci che nella stagione invernale troverete sui banchi da poter acquistare:
BRANZINO E ORATA: d’inverno sono i re del banco pescheria. Hanno carni magre e leggere, e se pescati raggiungono grandi pezzature.
CEFALO: non solo la bottarga, anche le sue carni sono eccellenti e delicate. Ottimo preparato al forno.
NASELLO: lo si trova soprattutto sui fondali sabbiosi, e le sue carni sono molto apprezzate per l’ottimo profilo nutrizionale siccome hanno pochi grassi e tante proteine.
POLPO: questo grande mollusco fa parte della nostra tavola da moltissimi anni. Ha carni molto tenere e per questo si presta a preparazioni molto semplici, come la semplice bollitura.
ROMBO: è una specie che sta avendo sempre più successo sul mercato per le sue carni magre ma altamente proteiche, e anche perchè molto facile da pulire.
SAN PIETRO: è considerato un tesoro dei fondali; la sua carne è molto pregiata nonostante sia considerato un “pesce povero”. La leggenda narra che sia stato San Pietro in persona a pescarlo lasciando l segno della sua impronta sulla pelle del pesce.
TRIGLIA: sono pesci piccoli ma che concentrano nelle loro carni tutto il loro sapore; possono essere di scoglio o di fango. Entrambe le specie si deteriorano in fretta quindi vanno sempre consumate freschissime.
SCORFANO: sotto una scorza dura e velenosa si nasconde un pesce dalla carne soda e compatta, che rende tutte le sue preparazioni molto gustose.
CANOCCHIE: conosciute anche come “pannocchie” o “cicale di mare” questi crostacei vivono sui fondali marini; sono molto amate in quanto il loro sapore è delicato e sono ipocaloriche.

IL PESCE IN CUCINA
Se siete in vena di abbinamenti coraggiosi, lo sapevate che il polpo con il pecorino si sposa benissimo?
Clicca qui per scoprire la ricetta dei ravioli di polpo cacio e pepe....provare per credere!